Solo 1

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Diario di uno zio

Nonni e nipoti

So la Festa dei Nonni era ieri ma mi è stato inviata questa foto da uno degli asili delle mie pesti e non potevo non postarla!

Lascia un commento

Archiviato in Diario di uno zio, Disegni

Zio Matti in versione trentina

Zio Matti non stacca mai neanche quando è in ferie!

20120819-080302.jpg

1 Commento

Archiviato in Diario di uno zio, Foto

In piedi!

Lascia un commento

Archiviato in Foto

La figura dello zio… una figata!

Tratto da “In vacanza con lo zio” Corriere.it

[…] «Tramontate le famiglie numerose di una volta, di fronte ai nuclei ridotti e frammentati di oggi, noi psicologi ci siamo concentrati sul complesso rapporto tra genitori e figli. Ma sarebbe l’ora di riscoprire il ruolo dello zio — ammette Camillo Regalia, professore alla facoltà di Scienze della formazione della Cattolica di Milano —. Un tempo c’erano sempre un fratello e una sorella non sposati o senza figli che assumevano un ruolo di educazione per le generazioni successive. Fondamentale, pari spesso a quello dei genitori. Un fenomeno che ancora oggi riscontriamo nelle famiglie di immigrati». Ma c’è dell’altro…

«Agli occhi di un bambino, lo zio è un bell’ibrido — spiega Manuela Cantoia, docente in Psicologia sociale e dello sviluppo, sempre alla Cattolica —. È un surrogato della figura paterna ma le punizioni non passano attraverso di lui, dunque è un adulto che comprende, che consiglia, con cui confidarsi. Anche perché non essendo anziano come i nonni, col nipote può condividere l’esperienza di fratello. Una figura importante nella mediazione intergenerazionale, una chiave di accesso alle storie della famiglia. Non è un caso che in Australia tra i progetti a sostegno dei nuclei familiari ce ne sia uno in cui si cercano volontari per il ruolo di zio e zia. Anche senza nessuna parentela di sangue»

Grazie a Puffosaltatore per avermi segnalato l’articolo!!

 

2 commenti

Archiviato in Diario di uno zio

Grasso è bello!

Lascia un commento

Archiviato in Foto

Domenica pomeriggio con i dinosauri

Cosa fare di domenica pomeriggio dopo un battesimo e un rinfresco con 15 bambin (vedi tweet) se non proporre alle mie pesti di esaurire tutte le energie rimanenti alla Mostra “Dinosauri in carne e ossa” del Museo di Storia Naturale di Firenze?

E così è stato.

La mostra è decisamente una bella cosa occasione per far comprendere ai bambini le dimensioni di creature preistoriche e far vivere loro l’esperienza di portare alla luce le ossa di animali vissuti millenni prima di noi. Ma soprattutto è l’occasione perfetta per sentire due soldi di cacio alti poco più di un metro disquisire su nozioni di paleontologia stile accademici dell’800. (vedi tweet seguente!)

Nel fine settimana troverete di sicuro molte persone, probabilmente dovrete fare qualche minuto di coda come è successo a me ma niente di esasperante. Il biglietto della mostra è valido anche per il Museo di Paleontologia che vi consiglio assolutamente di vedere. Inoltre il sabato e la domenica con il biglietto della Mostra potrete visitare anche la sezione di mineralogia e litologia.

                                                          

Visitare la mostra costa 10,00 € il biglietto intero, 4,00 € il ridotto, 22,00 € lo sconto famiglia (due adulti più due bambini) …mentre i bambini fino a 3 anni entrano gratis. (qui puoi vedere il dettaglio dei prezzi).
Orari: dal 1 marzo al 31 maggio 9:00-19:00. Dal 1 giugno al 2 settembre 10:00-19:00. 

p.s.
se sei uno zio e vuoi fare colpo sui tuoi nipoti portali a questa Mostra!… e dopo un bel gelato!

p.p.s.
mostra indicata non solo per bambini! 😉 …ma anche per eterni Peter Pan!

1 Commento

Archiviato in Diario di uno zio